Progetti Finanziati

Ricerca Progetti Finanziati

METODOLOGIE E TECNICHE AVANZATE PER SISTEMI E APPLICAZIONI SOFTWARE DI NUOVA GENERAZIONE

Di seguito vengono descritte le attività del progetto di ricerca per ognuno degli ambiti considerati. 1) Una prima sfida consisterà nel fornire tecniche a supporto degli sviluppatori per l’identificazione e la risoluzione di un insieme di problemi di progettazione (bad smell). Inoltre, saranno sviluppati strumenti capaci di prevenire la loro introduzione avvertendo tempestivamente gli sviluppatori. Per quanto riguarda il testing il progetto si propone di risolvere i problemi legati alla manutenibilità e alla comprensibilità di test generati automaticamente dalle tecniche esistenti. Un altro punto che la ricerca si propone di analizzare è la testabilità delle proprietà non funzionali. Sempre finalizzato alla qualità, si investigheranno anche metriche, funzionali e di prodotto, e tecniche per la misurazione di artefatti software, in grado di fornire informazione utili per pianificare le attività e allocare le risorse in modo adeguato. 2) Si prevede la progettazione e la realizzazione di Handy, un'applicazione per il riconoscimento biometrico della geometria della mano, sviluppata in ambiente Android, su dispositivi dotati di una fotocamera. Handy sfrutta la fotocamera posteriore dello smartphone invitando l'utente ad inquadrare la mano da elaborare centrandola nel display. Durante la fase di pre-elaborazione il frame proveniente dalla fotocamera subisce la convoluzione con un kernel gaussiano per eliminare dettagli non rilevanti. Si estrae il contorno e si effettua una segmentazione basata sulla tonalità colore. Lo spazio di colore dell'immagine viene convertito da RGB a HSV, operando quindi sul piano Hue (si opera la detection morfologia della mano). Sull'immagine binaria ottenuta si applicano gli operatori morfologici di erosion e dilation per eliminare le piccole regioni che non sono di interesse. Infine con l'inviluppo convesso (convex hull) si determina un poligono convesso da cui si evidenziano una serie di punti di repere utili alla descrizionegeometrica della mano. 3) Obiettivo della ricerca è realizzare un sistema PIM che funzioni sui vari dispositive dell’utente e consenta la memorizzazione ed il recupero di tutte le informazioni che raggiungono I vari dispositivi. La ricerca è di tipo information re-finding, poiché essa tiene conto di infromazioni parziali in possesso dell’utente che ricorda alcuni aspetti di quello che sta cercando perché lo ha già visto in precedenza. degli eventi di interesse Gli eventi saranno tracciati tenendo conto della data, del luogo in cui si sono verificati, del tipo di evento e del contenuto. Sarà possibile navigare frag li eventi sfruttando una funzione di similarità definite usando tecniche di information retrieval. 4) Saranno definiti standard e linee guida condivise circa i dati ed i processi e la progettazione di un'architettura rivolta all'implementazione di un ecosistema digitale in cui gli attori coinvolti in una qualsiasi rete di interesse possano condividere dati, estrarre informazioni, eseguire processi interoperabili, e fornire agli utenti servizi avanzati. In particolare: a) supportare i decisori nelle loro attività quotidiane e nell'adozione di strategie, fornendo loro conoscenza territoriale distribuita tra siti (virtuali) eterogenei; b) fornire soluzioni easy-to-use per supportare gli utenti nel gestire le loro informazioni attraverso applicazioni integrate e condivisibili; c) capitalizzare le informazioni territoriali distribuite creando processi di democrazia partecipativa che coinvolgono comunità intelligenti spazialmente abilitate. 5) Si investigheranno le criticità che caratterizzano lo sviluppo di applicazioni per dispositivi mobili attente alle esigenze di una classe di utenti comprendente musicisti, danzatori e altre categorie simili, che potrebbero favorire lo sviluppo di questi settori in direzioni ancora poco esplorate.

StrutturaDipartimento di Informatica/DI
Tipo di finanziamentoFondi dell'ateneo
FinanziatoriUniversità  degli Studi di SALERNO
Importo45.796,82 euro
Periodo29 Luglio 2016 - 20 Settembre 2018
Gruppo di RicercaTORTORA Genoveffa (Coordinatore Progetto)
ABATE Andrea Francesco (Ricercatore)
BISOGNI CARMEN (Ricercatore)
BISOGNO RAFFAELE (Ricercatore)
CARUCCIO LOREDANA (Ricercatore)
CATOLINO GEMMA (Ricercatore)
DE LUCIA Andrea (Ricercatore)
DE ROBERTO Paola (Ricercatore)
DEUFEMIA Vincenzo (Ricercatore)
DI MARTINO SERGIO (Ricercatore)
DI NUCCI DARIO (Ricercatore)
DISTASI Riccardo (Ricercatore)
FASANO FAUSTO (Ricercatore)
FERRUCCI Filomena (Ricercatore)
FRANCESE Rita (Ricercatore)
GRAVINO Carmine (Ricercatore)
NAPPI Michele (Ricercatore)
NARDUCCI FABIO (Ricercatore)
OLIVETO ROCCO (Ricercatore)
PALOMBA Fabio (Ricercatore)
PAOLINO Luca (Ricercatore)
POLESE Giuseppe (Ricercatore)
RICCIO DANIEL (Ricercatore)
RISI Michele (Ricercatore)
SALZA PASQUALE (Ricercatore)
SARRO FEDERICA (Ricercatore)
SCANNIELLO GIUSEPPE (Ricercatore)
SEBILLO Monica Maria Lucia (Ricercatore)
TUCCI Maurizio (Ricercatore)
VITIELLO Giuliana (Ricercatore)
VITIELLO AUTILIA (Ricercatore)